CLAMOROSO ROMA: Dzeko rinnova fino al 2022, cosa succederà adesso? Tutti gli scenari possibili

Mossa a sorpresa della Roma e arrivata senza spoiler: Edin Dzeko rinnova fino al 2022. Con questa notizia improvvisa Petrachi confonde il calciomercato e il dedalo intricato formato da Icardi, Inter, Higuain, Dybala, Juventus e Napoli.

LA SITUAZIONE 

Il bosniaco compirà 34 anni il prossimo marzo ed era in scadenza di contratto nel giugno 2020. Il tutto rendeva il prezzo del suo cartellino molto basso, inferiore ai 20 milioni di euro.
All'inizio dell'estate Dzeko era virtualmente un separato in casa, con un fortissimo interesse dell'Inter, alla quale il centravanti aveva detto subito sì.     
Con il passare delle settimane l'accordo non è mai arrivato e ci sono state mille voci ed indiscrezioni: Dzeko andrà all'Inter lo stesso; Dzeko potrebbe finire al Napoli, Dzeko potrebbe essere utilizzato in una maxi operazione della Roma per Icardi.       
Qualcuno aveva paventato l'ipotesi di una permanenza in giallorosso, cresciuta di settimana in settimana grazie alla grande professionalità dimostrata in ritiro dal giocatore e allo sbocciare del feeling con Fonseca.
In queste ultime ore la voce di mercato più accreditata era comunque quella di un scambio, Dzeko più 30-40 milioni per Icardi. Certo, l'idea di vedere l'argentino a Roma sembrava comunque poco realistica, considerando i mille rifiuti di Mauro, titubante persino sulla Juventus.

LA MOSSA DI PETRACHI

Ora la mossa di Petrachi, forse il miglior dirigente della sessione, spariglia le carte in tavola. Con il rinnovo di Dzeko per altri 3 anni, praticamente a vita con la Roma, il valore del giocatore aumenta vertiginosamente e rende la trattativa più complicata. Una cosa era valutare meno di 20 milioni un giocatore in scadenza quasi trentaquattrenne, una cosa uno legato alla sua squadra per altri tre anni, fresco di rinnovo, al centro del progetto e capace di segnare 87 gol in 179 partite.

COSA SUCCEDE ADESSO?

Quello che accadrà ora non è prevedibile, ma si possono ipotizzare svariati scenari:

Salta Dzeko all'Inter, sia lo scambio con Icardi che l'acquisto cash. Il bosniaco resta a Roma. A quel punto per Maurito resterebbero aperte solo due piste: Juventus e Napoli. Si potrebbe riaprire la pista dello scambio Dybala-Icardi, che non dispiacerebbe a Juventus e Nerazzurri in virtù delle plusvalenze. Higuain resta a Torino o finisce all'estero. Al momento questa sembra l’ipotesi più plausibile, con maggiori probabilità di un approdo di Icardi alla Juventus piuttosto che al Napoli.

Dzeko va all'Inter, Icardi finisce definitivamente in tribuna. L’argentino decide comunque di restare a Milano per creare altri tipi di problemi. A questo punto la Roma cercherebbe sempre Higuain, che potrebbe però essere meno cedibile. Il Napoli resta senza centravanti, almeno tra quelli indicati. Scenario al secondo posto per plausibilità. 

Dzeko viene comunque acquistato dall'Inter, per una cifra anche importante, magari grazie ad una cessione riuscita di Icardi in cambio di soli soldi. Le pretendenti per l'argentino resterebbero sempre Juventus e Napoli, con questi ultimi più pronti a spendere. La Roma potrebbe acquistare Higuain, primo obiettivo di Fonseca. Terza ipotesi in ordine di plausibilità.

Una tra Napoli e Juventus riesce a prendere Icardi a prescindere da Dzeko, i bianconeri magari scambiandolo con Dybala. A quel punto Conte potrebbe forzare per il bosniaco, creando un terremoto con Higuain alla Roma. Anche qui il Napoli rischierebbe di restare fuori. Penultima ipotesi in ordine di possibilità.

A sorpresa Dzeko va al Napoli. A quel punto i giallorossi cercherebbero sempre Higuain, mentre ad Icardi resterebbe la sola opzione Juventus. Quest'ultima sembra l'ipotesi meno plausibile.

Solo il 2 settembre sapremo se almeno una di queste ipotesi si sarà davvero realizzata o se ci sarà stata un'ulteriore alternativa, ad oggi impensabile. In fondo il mercato non dorme mai, ma soprattutto è sempre una sorpresa.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Corriere della Campania senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. Per coprire i costi del Corriere della Campania e pagare tutti i collaboratori e per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana. A breve potrai fare la tua donazione. Grazie

commentA

Leave a reply

Message *

Name *

Email *

advertisement
advertisement