La Cronaca / Cinema

Zack Efron è un Ted Bundy molto affascinante

Zack Efron interpreta Ted Bundy, nella trasposizione cinematografica del romanzo scritto dalla moglie Elisabeth, Il principe fantasma: la mia vita con Ted Bundy.
Il film é infatti ripreso dal punto di vista della moglie; della donna che lo ha per prima accusato di essere un serial killer. Tutte le informazioni di cui disponiamo ci vengono fornite da lei e si limitano solo a quello di cui Elisabeth infatti sapeva. Più che i crimini, la pellicola s'incentra sul fascino dell'uomo, sulla sua potenza mediatica e sulle sue abilità di manipolazione.

Il film riprende le tecniche di narrazione tipiche degli anni '70, anno in cui è ambientato e include filmati originali e servizi giornalistici. Il suo fui il primo processo trasmesso in televisione, e si mette molto l'accento sugli autografi che gli venivano richiesti in tribunale. La sua figura costituiva un pericolo per i media, in quanto suscitava subito fiducia e riusciva attraverso il suo fascino, a manipolare chi si trovava davanti. L'aspetto più allucinante, ma anche molto attuale, è il fatto che avesse un vero e proprio fandom.

Zack Efron dona al pubblico una delle sue migliori performance, con un look e una mimica identici a quelli del protagonista.

Il finale del film, per chi non conoscesse la storia dell'assassino, spiazza: è infatti la moglie, proprio Elisabeth a denunciare il nome di suo marito alla polizia in un confessione scioccante. Il libro, quindi il film, sembra quasi essere una sorta di flusso di coscienza della donna che deve accettare che suo marito sia un omicida.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Corriere della Campania senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. Per coprire i costi del Corriere della Campania e pagare tutti i collaboratori e per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana. A breve potrai fare la tua donazione. Grazie

commentA

Leave a reply

Message *

Name *

Email *

advertisement
advertisement